Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile, intuitivo e veloce. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente.

Il controllo della contaminazione da gas

Vota questo articolo
(0 Voti)

La presenza di gas e odori nell’aria degli ambienti a contaminazione controllata costituisce un problema rilevante che necessita di adeguati interventi di controllo. In questo articolo parleremo di una delle tecnologie chiamate ad effettuare questo controllo: lo Scrubbing a secco

A. Prina (ETT Engineering & Technical Trade) - Ascca News 1/2009

La presenza di gas e odori nell’aria degli ambienti a contaminazione controllata costituisce un problema rilevante che necessita di adeguati interventi di controllo. Nell’industria dei semiconduttori le lavorazioni hanno raggiunto spessori del livello molecolare e quindi necessitano non soltanto di un controllo molto spinto dei contaminanti solidi ma anche di quelli gassosi che possono interferire nel processo produttivo determinando una percentuale maggiore di scarti. Si tratta di gas di provenienza esterna immessi negli ambienti tramite gli impianti di condizionamento, di altri utilizzati nel processo produttivo e che in esso subiscono modificazioni prima di essere aspirati e quindi espulsi all’esterno.
In altri tipi di industria a partire da quella petrolchimica, chimica, farmaceutica fino ad arrivare a quella della generazione dell’energia c’è la necessità di prevenire l’attacco corrosivo dei gas acidi presenti nell’aria sui computer di processo e sulla strumentazione elettronica.

 
Per avere maggiori informazioni sull'articolo inviare un'e-mail

Ultima modifica il Giovedì, 18 Giugno 2020 16:10
Devi effettuare il login per inviare commenti