Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile, intuitivo e veloce. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente.

Il controllo della corrosione nelle sale controllo

Vota questo articolo
(0 Voti)

Attraverso un’analisi delle norme ISA e delle soluzioni impiantistiche applicabili si dimostra come i produttori di componenti elettronici possono affrontare il problema della corrosione da gas presenti nell’atmosfera delle zone produttive

E. Prina (ETT - Engineering & Technical Trade Srl) - Ascca News 2/2009

Nel numero precedente della rivista è stato affrontata in modo approfondito la complessa problematica associata al controllo della contaminazione molecolare da gas. I fattori che contribuiscono in modo determinante allo sviluppo della contaminazione molecolare negli ambienti ad atmosfera controllata sono l’aria esterna immessa negli ambienti confinati, i processi produttivi, le aree di stoccaggio dei composti chimici, il rilascio di gas dagli impianti e le emissioni da bioeffluenti. La caratteristica comune di questi contaminanti è che possono rappresentare una vera e propria minaccia per i processi produttivi, per la circuitazione elettronica che governa gli impianti e per la salute delle persone.
Spesso, l’aria esterna è considerata una sorgente pulita utilizzata come medium diluente per ridurre i livelli di contaminazione interna. Al contrario, essa può invece essere un ricettacolo nel quale si concentrano tantissimi tipi di gas provenienti dai processi produttivi.

 
Per avere maggiori informazioni sull'articolo inviare un'e-mail

Ultima modifica il Giovedì, 18 Giugno 2020 16:11
Devi effettuare il login per inviare commenti