Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile, intuitivo e veloce. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente.

  • Home
  • Farmaceutico
  • Gli impianti per il controllo della contaminazione aerotrasportata - 3a parte

Gli impianti per il controllo della contaminazione aerotrasportata - 3a parte In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

Sul n. 2/2019 abbiamo parlato dei metodi di abbattimento e contenimento della contaminazione aerotrasportata soffermandoci sulle implicazioni ingegneristiche che ciò comporta. In questa terza parte illustreremo le possibili metodologie di calcolo basate su modelli descrittivi del funzionamento delle cleanroom e delle verifiche sperimentali che li rendono plausibili. Ma al di là delle relazioni matematiche, di più o meno agevole utilizzo e comprensione, quello che verrà mostrato è come effettivamente funziona una camera bianca e quali sono e come impattano i vari paremetri che ne descrivono il funzionamento

L. Sabatini  (Lesatec Srl) -  Ascca News 3/2019

Modelli di calcolo: caso delle particelle aerotrasportate
Tenendo in conto le evidenze sperimentali che avevano dimostrato l'inattendibilità dei modelli basati sull'ipotesi dell'immediata diffusione, utilizzabili per il calcolo delle concentrazioni medie ma totalmente in disaccordo con le evidenze sperimentali per quanto concerne i valori di concentrazione massima, negli anni '90 in Italia si ipotizzò un modello basato sulle seguenti ipotesi:
- la diffusione del particolato all'interno di una cleanroom è originata dai flussi indotti dall'aria in essa immessa
- la deposizione per gravità per il particolato considerato è trascurabile
Queste ipotesi sono alla base del modello a due flussi nel quali si ipotizza che accanto al flusso princiale W, entrante dai filtri terminali, ve ne sia un'altro, di portato Wa, indotto dal primo e responsabile del trasporto del particolato nella cleanroom. [...]

 
 
Commenta l'articolo o richiedi informazioni mandando un'e-mail

Ultima modifica il Giovedì, 18 Giugno 2020 13:55
Devi effettuare il login per inviare commenti