Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile, intuitivo e veloce. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente.

  • Home
  • Farmaceutico
  • Come comportarsi in caso di indicatore biologico positivo al termine di un ciclo di sterilizzazione

Come comportarsi in caso di indicatore biologico positivo al termine di un ciclo di sterilizzazione In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

Gli indicatori biologici svolgono un ruolo chiave nei cicli di sterilizzazione, poichè consentono di confermare l'efficacia del processo. Collocati all'interno del ciclo insieme agli oggetti da sterilizzare vengono, successivmaente, analizzati per verificare se le spore batteriche sono state eliminate durante il processo di sterilizzazione. In questo articolo si parlerà di come gestire un indicatore bilogico positivo e che cosa si deve indagare per capirne la causa e ottenere il risultato sperato

M.L. Bernuzzi (Mesa Labs) - Ascca News 1/2024

Quando un indicatore biologico, al termine del ciclo di sterilizzazione, a incubazione avvenuta, risulta essere positivo, le indicazioni fornite dalla Farmacopea americana o dall'ISO 11138-7 raccomandano di identificare il microorganismo responsabile del risultato.
Se il microorganismo identificato fosse lo stesso dell'indicatore biologico, l'investigazione seguente sarebbe a carico del processo di sterilizzazione, valutando non solo la ocrrettezza del ciclo definito, fase per fase, ma anche il tipo di processo scelto per lo specifico carico, le sonde utilizzate e i loro funzionamento, il tipo di indicatore biologico e il posizionamento dell'indicatore biologico nel carico da sterilizzare.

 

EMAIL    registrati    azienda

Commenta l'articolo 
o richiedi informazioni 

   Registrati ora
al sito 
 
Info
Azienda
 
Ultima modifica il Mercoledì, 27 Marzo 2024 10:48
Devi effettuare il login per inviare commenti