Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile, intuitivo e veloce. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente.

Servizio di taratura degli strumenti presso il cliente

Vota questo articolo
(1 Vota)

QSGroup Unipersonale srl ha presentato il primo laboratorio di tarature mobile

Lo scorso 28 Novembre presso il Museo Ferruccio Lamborghini a Bologna, vera e propria cattedrale dell’innovazione made in Italy, QSGroup (www.qsgroup.it) ha presentato in anteprima il primo laboratorio di taratura mobile, con l’aspirazione di reinventare il servizio di taratura presso i Clienti.
La giornata è stata il coronamento di un percorso iniziato nel 2016 con la fondazione del primo Laboratorio LAT 266 UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018 Accredia Ilac-MRA che permette di emettere certificati di taratura e rapporti in conformità alla ISO 21501-4:2018 (che descrive i metodi e le procedure per la taratura e verifica dei contatori ottici di particelle, così come richiesto dalla ISO 14644-1).

QS 1 20

Se la ISO 14644-1 è la norma valida da utilizzare per la classificazione (considerando popolazioni di particelle da 0,1 a 5 micron compresi ed il contatore ottico di particelle come unico strumento per la determinazione della concentrazione del particolato aerotrasportato), la ISO 21501-4:2018 è lo standard riconosciuto a livello mondiale per la taratura del contatore ottico di particelle. In essa viene fornita una procedura di taratura e un metodo di verifica per il contatore di particelle, in modo da minimizzare la non accuratezza nel risultato della misurazione da parte di un contatore, nonché il diverso risultato misurato da diversi strumenti. La ISO 14644:2015 ha introdotto la necessità della ISO 21501-4:2018 per i contatori di particelle, che assicurano che tutte le certificazioni di cleanroom si basino su accuratezza e affidabilità dei dati verificati.
Gli utenti delle camere bianche dovranno quindi tarare i loro contatori secondo la ISO 21501-4:2018 come metodo per soddisfare cGMP, EU GMP, ISO 14644-1 e altri requisiti.
Questa modifica della ISO 14644-1:2015 rappresenta un passo importante nel miglioramento dell'accuratezza della valutazione della contaminazione della camera bianca e del controllo di processo asettico.
L’accreditamento dei laboratori ISO 17025:2018 che eseguono le tarature assicura nel tempo la riferibilità metrologica ai campioni nazionali o internazionali. L’obiettivo ultimo è la riduzione dei margini di errore per il conseguimento di misurazioni più precise e affidabili. QSGroup srl con la compartecipata Altiorlab laboratorio LAT 266 si è subito aggiornata alle norme e ha raggiunto l’accreditamento alla nuova ISO 17025:2018 ed alla ISO 21501-4:2018 ed esteso le grandezze precedenti sui presenti canali: 0.3 – 0.5 – 0.7 – 1 - 3 – 5 -10 μm. L’ultimo tassello è riuscire ad offrire il servizio direttamente presso i clienti in un modo completamento nuovo, questo porta alla realizzazione del progetto “Lab Mobile”.

QS 2 20

Il Laboratorio Mobile è stato progettato per offrire un servizio innovativo direttamente presso la sede dei clienti, eliminando le tipiche problematiche di spedizione della strumentazione, quali i tempi di attesa dilatati e i rischi dovuti al trasporto, spazi aziendali sempre più difficili da utilizzare e attrezzature per la taratura da riqualificare ad ogni utilizzo per garantirne la funzionalità.
Il servizio viene erogato in loco, con l’utilizzo di un laboratorio mobile che sosta in un’area esterna dello stabile dei Clienti, dotato di condizioni termoigrometriche controllate, sistema HVAC per il monitoraggio dell’area di lavoro, postazioni di taratura hardware e software validate e fisse, frigoriferi per la conservazione degli standard di taratura certificati e testati per conservare i campioni di riferimento fino a 48h in caso di interruzione di corrente elettrica. Questo servizio rende pressoché immediata la verifica delle prestazioni dello strumento da tarare una volta reinstallato, servizio erogato in conformità con quanto richiesto dalle normative di riferimento. Inoltre come da procedure al rientro delle lavorazioni il laboratorio 17025 verifica se la strumentazione di riferimento utilizzata rispetta le specifiche richieste. Le etichette di taratura vengono erogate e applicate direttamente a fine della lavorazione all’interno del lab mobile dotato di stampanti e quanto necessario tramite un software univoco di codici e lavorazioni come tutta la documentazione a prova della lavorazione.
A livello energetico, la struttura è autonoma grazie al generatore di corrente interno, co-alimentato da pannelli solari posti sul tetto del Laboratorio.

 

Ultima modifica il Martedì, 21 Gennaio 2020 15:16
Devi effettuare il login per inviare commenti