Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile, intuitivo e veloce. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente.

  • Home
  • Visualizza articoli per tag: Livelli di allerta

Novità dalle Aziende

  • Operazioni di cleaning di alta qualità

    IWT Srl (www.iwtpharma.com), azienda 100% italiana, si propone come partner ideale nella fornitura e validazione di sistemi di lavaggio innovativi, performanti ed in
  • Impianti per la microfiltrazione dell'aria

    Genano (www.genano.com), gruppo Finlandese leader nel settore medicale da oltre 20 anni, basa il proprio core-business sulla progettazione e vendita di impianti compatti destinati
  • Piani di campionamento microbiologico in cleanroom in accordo a USP

    Gli standard applicati in camera bianca richiedono che il monitoraggio della contaminazione microbica venga eseguito durante la normale giornata di lavoro. Il volume di
  • Nuovo sistema per la rilevazione e il conteggio totale delle cellule (TCC) nelle acque PW e WFI

    La qualità dell’Acqua Purificata (PW) e dell’Acqua per Preparazioni Iniettabili (WFI), definita dalla USP e Ph. Eur. deve sempre essere impeccabile in ogni
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

ASCCA News sfogliabile

Il monitoraggio ambientale è uno degli elementi che consentono di mantenere un adeguato livello di controllo delle condizioni in cui viene effettuata una produzione in asepsi. Si tratta di una valutazione semi-quantitativa, legata ad un metodo di campionamento con alta variabilità (sia per quanto riguarda il campionamento particellare ma soprattutto microbiologico) per cui il singolo risultato non ha di per sé nessuna indicazione perentoria ma va valutato in un contesto ben più ampio e complesso

R. Carinci (Bristol Myers Squibb) -  Ascca News 2/2019

Laddove vi sia un ambiente, seppur classificato secondo le vigenti normative, al alto traffico di personale, l'aspettativa di avere contaminazione microbiologica pari a 0 CFU è puramente teorica poiché, sebbene vengano seguite tutte le corrette pratiche di vestizione e comportamento in area asettica, gli operatori rilasciano inevitabilmente microrganismi nell'ambiente.
L'interpretazione dei risutati del monitoraggio microbiologico richiede una valutazione ad ampio spettro, poiché non sempre si ha un riscontroimmediato di cosa si nasconde dietro la variabilità di un risultato: nessuna correlazione è scontata, nessun valore può essere interpretato in modo assoluto, non vi sono correlazioni numeriche governabili da leggi statistiche. 
Nella valutazione della contaminazione microbiologica è di fondamentale importanza collocare i singoli risultati nel contesto appropriato, dove l'elemento chiave è il background storico e ambintale dell'area oggetto di valutazione. 

L’articolo è disponibile nella versione integrale in formato pdf solo per i soci ASCCA e per gli utenti registrati.
Clicca qui per registrarsi 
Commenta l'articolo o richiedi informazioni mandando un'e-mail

 

Pubblicato in Monitoraggio e Qualifica

Le interviste di ASCCA news

  • 1
  • 2