Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile, intuitivo e veloce. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente.

  • Home
  • Sonda isocinetica

Novità dalle Aziende

  • Datalogger per la massima affidabilità nella convalida di camere di stabilità, incubatori, frigoriferi e freezer, magazzini

    Fasinternational (www.fasint.it) presenta la serie di datalogger di terza generazione TrackSense® Lab di ELLAB, azienda Danese leader nelle soluzioni di validazione per i processi termici
  • Nuovo carrello di trasferimento DPTE(R) Transfer Trolley - sicuro, semplice, intelligente

    Getinge (www.getinge.com) lancia il nuovo carrello di trasferimento DPTE® Transfer Trolley: una soluzione mobile e intelligente dedicata al trasporto di tutte le applicazioni standard
  • Glove box SGS20 HBR

    Iteco Srl (www.itecoeng.com) presenta la glove box SGS20 HBR, cabina di sicurezza biologica classe III. La cabina è totalmente chiusa a tenuta e le
  • Nuova combinazione cappuccio/occhiali per l'uso nelle zone GMP A e B

    Dastex (www.dastex.de), società specializzata nello sviluppo e produzione di capi di abbigliamento per camere bianche nei campi farmaceutico, elettronico, della tecnologia medica, automobilistica, aerospaziale e
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

ASCCA News sfogliabile

Quando si parla di sistemi di monitoraggio particellare è importante considerae la totalità dei suoi componenti, compresi quelli che appartenemente potrebbero ricoprire un ruolo marginale ma che nella realtà contribuiscono in maniera importante a determinare le caratteristiche prestazionali dello stesso. In questo articolo ci si concentra in particolare sulle connessioni che uniscono la sonda isocinetica al contaparticelle, spesso denominate "linee di trasmissione particellare"

D. Bompadre - A. Rachini (Rigel Srl) - Ascca News 4/2019

Il monitoraggio particellare in continuo è un sistema utilizzato in molti settori, dalla produzione di farmaci e di dispositivi elettronica alla sanità e all'industria aerospaziale, per tenere sotto costante controllo il grado di pulizia di aree a contaminazione controllata. 
In questo particolare momento, si sta vivendo una fase di transizione del monitoraggio particellare, stimolata in maniera decisiva dall'emissione, nel 2015, dello standard ISO 14644-2. L'innovazione è incentrata, in particoalre, sulla capacit di intercettare ogni possibile evento avverso,m anche di breve durata o addirittura impulsivo, che potrebbe mettere a repentaglio la qualità e la sicurezza del particolare prodotto lavorato e/o della salute del paziente. 
E' evidente quindi che le carattersitiche funzionali di un sistema di monitoraggio sono di fondamentale importanza per soddisfare i requisiti normativi: sono importanti le caratteristiche dei contaparticelle, così come quelle degli applicativi che gestiscono il sistema, in quanto componenti essenziali.

Commenta l'articolo o richiedi informazioni mandando un'e-mail

 

Pubblicato in Farmaceutico

Le interviste di ASCCA news

  • 1
  • 2