Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile, intuitivo e veloce. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente.

  • Home
  • Monitoraggio/qualifica
  • Distribuzione delle particelle all’interno delle camere bianche: alcune considerazioni sul controllo della contaminazione

Distribuzione delle particelle all’interno delle camere bianche: alcune considerazioni sul controllo della contaminazione In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

In questo articolo verranno ricordati i principi validi per il controllo delle particelle sospese in aria da tenere in considerazione in sede di progettazione. Nella seconda parte dell’articolo (disponibile sul n. 3/2018 di Ascca News) si parlerà della distribuzione delle particelle all'interno dell'ambiente camera bianca e il rischio che le particelle si depositino sulle superfici

T. Sandle - Agosto 2018

Le camere bianche (e gli ambienti controllati) sono spazi lavorativi in cui si preparano i prodotti medicinali e dove la concentrazione delle particelle aeroportate deve rientrare in limiti ben definiti.
Il problema più importante nel controllo della contaminazione all'interno delle camere bianche è rappresentato dall’aria. Quest’ultima può infatti non solo distribuire la contaminazione all’interno della camera bianca, ma può altresì influenzare la deposizione delle particelle. Ecco perchè è essenziale effettuare una progettazione che tenga conto dei principi validi per controllare le particelle sospese nell'aria.

L’articolo è disponibile nella versione integrale in formato pdf solo per i soci ASCCA e per gli utenti registrati
Commenta l'articolo o richiedi informazioni mandando un'e-mail

Ultima modifica il Giovedì, 27 Settembre 2018 14:09
Devi effettuare il login per inviare commenti