Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile, intuitivo e veloce. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente.

BIM: un nuovo modo di vedere le cleanroom

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il BIM (Building Information Modeling) è divenuto ormai uno strumento di progettazione che inizia ad essere conosciuto ai più, tutti ne parlano, ma pochi sanno effettivamente cos’è e le potenzialità che esso può  esprimere. Il BIM non è altro che un progetto che lega dei database con degli oggetti. In buona sostanza è possibile progettare in modo parametrico inserendo degli oggetti reali inserendo le fasi temporali di realizzazione e altre informazioni necessarie alla construction phase. In altre parole si sta parlando di un progetto in 4-D, ovvero legato al time schedule d’intervento.
EP&C Srl (www.epec-it.com) società nata nel 2017 con l’idea di fare ingegneria in modo immediato, alla portata di tutti, ha sviluppato un prodotto tanto semplice quanto appetibile nel campo della progettazione delle clean
room. In occasione dell’ultimo CPhI di Francoforte ha dato la possibilità ai visitatori della fiera di utilizzare un modello BIM entrando virtualmente in una cleanroom.
E questo grazie ad un semplice visore in cartoncino pieghevole, stampato per l’occasione, abbinato ad un semplice smartphone.
Dietro a tutto c’è la App BIMx (di proprietà di Graphisoft ArchiCAD®). Questa app di presentazione di progetti caratterizzata dall'Iper-modello BIMx, è una tecnologia unica per integrare la navigazione del progetto dell'edificio sia in 2D che in 3D, che apre il BIM alle periferiche mobile anche nel caso di progetti con complessi modelli 3D e vaste documentazioni 2D.
Grazie a questo strumento è stato possibile presentare non solo i prodotti di alcune aziende coinvolte nel progetto (sono state create delle librerie BIM per Cleanroom in modo che ogni azienda potesse proporre i propri prodotti in uno spazio virtuale dentro dei progetti in BIM) ma anche mostrare come questi prodotti erano in grado di interagire in un insieme integrato e complesso come una cleanroom.

Per richiedere ulteriori informazioni inviare un'e-mail
Ascca News 4/2017

Devi effettuare il login per inviare commenti